Scegliere di incontrare uno Psicologo o uno Psicoterapeuta è già un primo passo nel prendersi cura di sé, per ritrovare o mantenere il proprio benessere psicologico, per decidere di smettere di soffrire a causa un disagio che magari si protrae da tempo.

Una volta deciso di rivolgersi a uno specialista, come trovare quello adatto?

Innanzi tutto, è utile avere le idee chiare su chi sono i professionisti del Benessere psicologico e sulle diverse competenze: una breve descrizione si può leggere qui

Nel caso si decida di incontrare uno Psicoterapeuta, va tenuto innanzi tutto presente che esistono molte scuole di psicoterapia, diverse tra loro per le teorie cui fanno riferimento e per i metodi che utilizzano. 

Ciascun terapeuta ha scelto di approfondire un approccio piuttosto che un altro, sulla base delle proprie convinzioni e delle proprie caratteristiche personali. Anche il paziente dovrebbe poter scegliere consapevolmente.

Prima di intraprendere una psicoterapia è opportuno farsi un’idea di quale approccio teorico si sente più vicino alla proprie idee e più adatto al proprio problema.

Per avere qualche informazione sulle diverse scuole di psicoterapia si può leggere qualcosa. Già questo potrebbe essere il primo atteggiamento “attivo” per prendersi cura di sé e per affrontare con spirito libero e critico la relazione con lo psicoterapeuta.

E’ consigliabile informarsi prima di scegliere, perché la terapia sia fin dall’inizio una scelta ragionata e attiva da parte del paziente, piuttosto che un affidarsi passivo ad un professionista, magari perché “se ne è sentito parlare bene”.

In altre parole, bisognerebbe poter rispondere non solo a domande come “il terapeuta in questione è serio, onesto e affidabile?”, ma anche “quali principi ispirano il suo lavoro?” e “i suoi principi sono compatibili con il mio modo di sentire”? Molti terapeuti descrivono il proprio approccio teorico sui propri siti o blog, in ogni caso, tutti sono tenuti a rispondere alle domande dei potenziali pazienti riguardo i principi che ispirano il loro lavoro.

Quale che sia l’orientamento teorico e metodologico scelto, è bene che il paziente sappia quali requisiti deve avere lo psicoterapeuta. Il “Decalogo dello psicoterapeuta“, consigliato dall’Ordine Nazionale degli Psicologi può costituire una guida ad orientarsi nella scelta.

Il primo colloquio fornirà poi gli elementi per la valutazione e l’eventuale scelta.