La scrittura rappresenta un formidabile strumento terapeutico e di autoconoscenza, come sanno bene gli psicoterapeuti che la utilizzano.

La pratica del Training Autogeno può essere anche una occasione per praticare la scrittura introspettiva?

Sì, può esserlo, a patto che dedichiamo l’opportuno spazio alla stesura del Protocollo: si tratta di un diario di bordo dove annotare le sensazioni provate durante le esercitazioni del Training Autogeno, ma può diventare anche tanto altro.

Il terapeuta e l’allievo discutono assieme contenuto del diario e individuano per tempo eventuali errori di esecuzione degli esercizi, favorendo così il percorso di conquista del benessere psicofisico.

Per chi inizia a praticare il TA, il Protocollo è utile poiché assume due importanti funzioni.

  • È un compagno di viaggio, utile non solo per imparare il Training, ma anche per scoprire quello che avviene al proprio interno mentre si progredisce nel percorso.

  • È un canale aperto con il terapeuta, che leggerà con attenzione i progressi dei suoi allievi, ma anche le emozioni che si manifestano man mano che essi progrediscono nell’esplorazione di sé, tipica del TA.

Da molti anni insegno il TA a distanza nei miei percorsi online e ho potuto apprezzare l’importanza del Protocollo, poiché è il mezzo che tiene viva la relazione con gli allievi, dal momento che manca l’interazione dal vivo.

I miei corsi privilegiano la parola scritta, importante strumento di comunicazione e di introspezione.

Invito i partecipanti a utilizzare il Protocollo, descrivendo, oltre alle sensazioni fisiche provate durante gli esercizi anche ciò che la mente produce in termini di emozioni, ricordi, visualizzazioni spontanee.

È sorprendente osservare che tante persone vanno oltre la semplice annotazione “di servizio”, e desiderano esprimere i contenuti psichici emersi durante il Training.

Si delinea così un dialogo specialissimo e assai intenso tra terapeuta e addestrando, un valore in più – uno dei molti – del Training Autogeno.

In quest’ottica, possiamo considerare il Protocollo del TA un vero Diario terapeutico, una esperienza di scrittura introspettiva, da cui emergono spesso – e del tutto spontaneamente – vissuti intensi che, partendo dal corpo, raggiungono il mondo interiore. 

Si svelano così traumi irrisolti, ricordi rimossi, nuove intuizioni per voltare pagina nella propria vita.

Desidera una guida personalizzata?

Desidera una guida personalizzata?

 

Può sperimentare i benefici del Training Autogeno da casa con la guida online della psicoterapeuta.

Per visitare la piattaforma e consultare le prime lezioni gratuite utilizzi il pulsante qui sotto

error: Content is protected !!